Saturday , August 24 2019
Home / Sergio Cesaratto
Sergio Cesaratto

Sergio Cesaratto

Sergio Cesaratto (Rome, 1955) studied at Sapienza, where he graduated under the direction of Garegnani in 1981 and received his doctorate in 1988. He obtained a Master's degree in Manchester in 1986. He worked as a researcher at CNR where he was of Innovation Economics. In 1992 he became a researcher at La Sapienza, and then associate professor in Siena where he teaches Economic Policy and Development Economics.

Articles by Sergio Cesaratto

Il governo M5s-Pd non sia un “Monti-Bis”

4 days ago

Il mio articolo su Il Fatto quotidiano (20 agosto 2019) col buon titolo redazionale: Il governo M5s-Pd non sia un “Monti-Bis”. Ecco la versione originale:

Chi scrive non ha
avuto un atteggiamento pregiudizialmente ostile verso il governo giallo-verde.
Ricordiamoci qual era l’alternativa PD: un’impostazione liberista e succube dell’Europa.
Se il governo non è stato fortunato dal punto di vista della congiuntura
internazionale, esso non ha tuttavia brillato per visione strategica, in
particolare il M5S. La Lega una visione infatti ce l’ha: quella del laissez
faire, che la rende omogenea a Berlusconi. Sull’euro il governo non ha
partorito proposte, se non qualcosa per mano del prof. Savona, quand’era ministro.
Salvini si è limitato a battibeccare col Moscovici di turno.  Un anno di

Read More »

Surplus approach and economic anthropology. Un nuovo WP

26 days ago

Heterodox economics and economic anthropology: reflections prompted by two books

Working paper N. 807 Luglio 2019

Sergio Cesaratto

DEPS, USienaAbstract
This paper has been long ago inspired by Jared Diamond (1997) and, in particular, by his extensive use of the concept of economic surplus as the key to the development of civilization. Unfortunately, Diamond does not even mention the origin of the concept in classical and pre-classical economics. Moreover, Diamond does not pay any consideration to the long debates in economic anthropology on the role of economic analysis in studying primitive and ancient economic formations. These debates are instead the object of a more recent book by Cedrini & Marchionatti (2017), who context the neoclassical “imperialist” attempt to occupy

Read More »

Intervista a Il sussidiario.net

July 19, 2019

FINANZA E POLITICA/ Così l’Italia può limitare i danni dell’Ue tedesca

18.07.2019 – int. Sergio Cesaratto

La nuova Commissione europea nasce debole e a guida tedesca. All’Italia conviene appoggiare la linea francese nell’Ue

LaPresse

Ursula von der Leyen si prepara a mettere a punto la squadra per dare vita alla nuova Commissione europea
che entrerà ufficialmente in carica a novembre. Anche all’Italia
spetterà indicare il nome di un Commissario, ma gli incarichi
spetteranno all’ormai ex ministra della Difesa tedesca. «Mi sembra che
questa Commissione nasca piuttosto debole. Quel sospiro di sollievo che
ha fatto la von der Leyen quando Sassoli ha dato lettura dei voti a
favore ricevuti,

Read More »

Video-intervista a Money.it

July 17, 2019

Sergio Cesaratto – Nessuna catastrofe con l’uscita dall’Euro (titolo redazionale) – Testa o Croce | Money.it

https://www.youtube.com/watch?v=eCG4HrmJKng&feature=share

Read More »

Monetizzare i credti d’imposta per le ristrutturazioni edilizie

June 6, 2019

Ospito volentieri questo opportuno intervento dell’amico Giancarlo Bergamini (ex funzionario nel settore bancario)
PROPOSTA PIANO RIQUALIFICAZIONE

PATRIMONIO EDILIZIO ESISTENTE

Da anni gli economisti continuano
comprensibilmente ad auspicare un rilancio degli investimenti pubblici, spesso
in polemica con le decisioni di spesa del governo di turno. Col tempo tale
appello è diventato una specie di mantra dietro al quale non è dato sapere se
ci sia consapevolezza di quali siano l’oggetto e le implicazioni di tali
raccomandazioni.  Oltre alle prevedibili
difficoltà rappresentate dai parametri europei, il percorso degli investimenti
a cui molti pensano è irto di ostacoli, basti vedere il vero e proprio calvario
di tante spese deliberate da decenni e non ancora messe a terra.

Read More »

Reazioni all’intervista

May 30, 2019

POST DA FB Visto il putiferio che ha
scatenato la mia intervista letta come una retromarcia (tranquilli,
nessuna retromarcia pro-europeista), provo a chiarificare il mio
pensiero (riprendo da una mail di risposta ad alcuni amici, xxx è un
economista a voi ben noto): 1) quello che dico è che la polemica da anni
contro i "parametri di Maastricht" (3% e 60%) è sbagliata in quanto
questi in un’unione monetaria completa han perfettamente senso, il punto
è dunque quello di battersi per un bilancio federale ciò che, assieme a
una banca centrale cooperativa, comincerebbe a far avvicinare l’Europa a
un’unione monetaria feasible. Questo significa che sono diventato
federalista e che ritengo questo possibile, o addirittura macroniano?
No. Però se decidi di fare politica in Europa ti

Read More »

Intervista post-elettorale

May 29, 2019

Intervista a il sussidiario.net
LETTERA UE ALL’ITALIA/ Le mosse da non sbagliare con l’Europa

28.05.2019, agg. il 29.05.2019 alle 04:15 – int. Sergio Cesaratto

In arrivo lettera della
Commissione sul debito pubblico. L’Italia dovrebbe rispondere con una
proposta ragionevole: stabilizzazione del debito/Pil in cambio di tassi
bassi
 Foto: Giovanni Tria (LaPresse)
Lo spread sopra area 280 e il commissario europeo
agli Affari economici, Pierre Moscovici, che annuncia: “Avrò uno scambio
di vedute con il Governo italiano su misure aggiuntive che potrebbero
essere richieste per essere in linea con le regole”. Il giorno prima, in
conferenza stampa Matteo Salvini, forte del suo 34% di voti, aveva
commentato così il risultato di domenica: “È in arrivo una

Read More »

Un giudizio globale

May 13, 2019

Pubblichiamo intervista apparsa su Osservatorio globalizzazione

Professor Sergio
Cesaratto, ordinario nel Dipartimento di Economia Politica e statistica
dell’Università degli Studi di Siena, da sempre economista eterodosso e ormai
punto di riferimento della divulgazione dell’economia classica in Italia. Ha
recentemente pubblicato due importanti libri che hanno avuto molto successo: Chi non rispetta le regole? del 2018 e Sei lezioni di Economia del 2016,
dimostrandosi ancora una volta come importante voce critica della sinistra e
dei processi di involuzione che la stanno attraversando.

OG: Ormai a quasi
trent’anni dall’inizio del processo di globalizzazione in senso neoliberale,
possiamo provare a tracciarne un bilancio, lei cosa ne pensa?

SC: Per molti versi
il processo di

Read More »

La verità viene lentamente a galla: articolo su Il Fatto

May 8, 2019

Pubblichiamo mio articolo uscito su Il Fatto quotidiano, 8 maggio 2019 col titolo:
La cura che creò il malato. L’origine della crisi italiana
di Sergio Cesaratto Altro che “mancate riforme”. Dal 1995 la disciplina
fiscale e le politiche del lavoro hanno fatto crollare investimenti e
produttività 

La verità viene lentamente a galla. La narrazione che viene dai paesi
d’oltralpe è di un’Italia fiscalmente dissoluta. Tale immagine viene purtroppo
condivisa anche da parte dell’establishment nostrano, particolarmente nell’area
del centro-sinistra, che vede nel debito pubblico il nemico numero uno. Un post
e un articolo di un noto economista olandese, Servaas Storm, appena pubblicati,
ci raccontano un’altra storia (“Come rovinare un Paese in tre decadi” e
“Perduto nella

Read More »

In due Bocconi, video & presentazione

April 11, 2019

Ecco il video dell’incontro in Bocconi, pubblico numeroso e attento, chapeau.
https://www.facebook.com/EcodelBunker/videos/853128048368872/?permPage=1
 The
European Economic Constitution (the facto, I am not
concerned with the legal aspects)

•       Traditional targets of economic policy: full employment and price
stability (and the equilibrium of the balance of payments)

•       Traditional (macroeconomic) instruments: monetary policy, fiscal
policy (and exchange rate policy)

•       Assignment of instruments to objectives in the European economic and
monetary union (EMU)

•       Monetary policy (independent CB) –> price
stability

•       Fiscal policy i–> not employed (balanced budgets)

•       National reforms/competition –> full
employment

Theoretical
background

Read More »

Antonella Stirati sul reddito di cittadinanza

March 25, 2019

Da Eguaglianza & Libertà 25 marzo 2019
Reddito di cittadinanza, non sparate sul governo

di  Antonella Stirati

Come
funziona e un’analisi dei pro e dei contro: Ci sono sia gli uni che gli
altri, ma non si può bocciare senza appello una misura che allevierà le
condizioni di un numero elevato di persone, da 2,7 milioni (stima
Istat) a 3,6 (secondo l’Upb). Il confronto con gli impieghi alternativi e
le ipotesi sui moltiplicatori fiscali, che potrebbero essere migliori
di quelli dichiarati dall’esecutivo

 

  L’introduzione
del Reddito di cittadinanza nel sistema di welfare italiano è stato
fortemente voluto dal Movimento cinque stelle ora al governo insieme

Read More »

Intervista a Ilsussidiario.net

March 15, 2019

Intervista a Ilsussidiario.net. Titoli redazionali

FINANZA & UE/ Draghi aiuta la corsa dell’Italia nella nuova Commissione

Non solo incarichi
nella nuova Commissione europea, si comincia già a parlare della
successione di Mario Draghi alla guida della Bce
15.03.2019 

Mario Draghi, presidente della Bce, con Pierre Moscovici, commissario europeo (LaPresse)

Mentre Luigi Di Maio ha già lanciato la corsa dell’Italia
ad aggiudicarsi la poltrona di Commissario europeo all’Industria, Il
Sole 24 Ore fa i nomi di chi potrebbe prendere il posto di Mario Draghi
alla guida della Bce: non solo Jens Weidmann, ma anche Benoît Coeuré e
l’ex Commissario Olli

Read More »

Farsi male da soli – un paper con Gennaro Zezza

December 15, 2018

Segnaliamo la pubblicazione di un working paper di Gennaro e mio, quasi un contro storia degli ultimi cinquant’anni. Qui sotto abstract e introduzione. La pubblicazione completa qui e a breve anche sui working paper di Siena

Farsi male da soli
Disciplina esterna, domanda aggregata e il declino economico italiano

Sergio Cesaratto° –
Gennaro Zezza+

December 2018

AbstractIn questo saggio ripercorriamo
la storia dell’economia italiana a partire dagli anni del miracolo economico,
mostrando il ruolo della politica economica nelle sue diverse declinazioni
(fiscale, monetaria, valutaria) nella determinazione della crescita, e poi del
declino. Argomentiamo come i periodi della crescita siano caratterizzati dal
tentativo di perseguire il pieno impiego, mentre il successivo periodo

Read More »

Il gran bargain su Micomega

December 7, 2018

Micromega ha pubblicato la traduzione del mio editoriale su Intereconomics (vedi post precedente)

Italia: Una questione di tassi di interesse e fiducia

di Sergio Cesaratto

Contrariamente all’immagine usualmente trasmessa nei paesi del
nord d’Europa, l’Italia non è un paese fiscalmente dissoluto. In verità,
l’Italia ha un record di surplus fiscali primari (i saldi del bilancio
pubblico che escludono il pagamento degli interessi) dal 1992; solo la
Germania può vantare qualcosa di simile. Purtroppo, questa
serie ininterrotta di surplus di bilancio è stata accompagnata dal 1995
dalla perdita della competitività esterna nella marcia di avvicinamento e
poi con l’adozione dell’euro. Questi due fattori combinati hanno
costituito la radice ultima della stagnazione di

Read More »

Editoriale su una rivista tedesca

December 4, 2018

Una rivista tedesca in lingua inglese che si occupa di Europa, Intereconomics, mi ha
chiesto un editoriale sulla situazione corrente Italia-Europa. Chapeau.

Editorial

Italy: A Question of Interest Rates and Trust

Sergio Cesaratto, Università di Siena, Italy.
Contrary
to the image generally portrayed to Northern European countries, Italy
is not a fiscally profligate country. Indeed, Italy has a record of
primary fiscal surpluses (balances that exclude interest rate payments)
since 1992; only Germany can make a similar claim. Regrettably, this
uninterrupted series of budget surpluses was accompanied by a loss of
external competitiveness due to the approaching and later adoption of
the euro since 1995. These two factors combined to form the deep root of
the long-term

Read More »

La verità sull’Europa

November 29, 2018

Intervista al quotidiano La verità, 28 novembre 2018 (ripresa da Dagospia)
Sergio Cesaratto, economista critico italiano, tra i
più noti a livello internazionale, è professore ordinario di politica
monetaria e fiscale dell’Unione economica e monetaria europea, economia
della crescita e post-keynesian economics all’università di Siena.

Il suo ultimo saggio è intitolato “Chi non rispetta le regole? Italia e Germania, le doppie morali dell’ euro”.

Professor Cesaratto, secondo lei chi è che non rispetta le regole europee?

«L’
idea del libro è che quello che non ha funzionato in Europa non è certo
colpa dell’Italia. L’Italia ha messo in campo una operazione di
risanamento fiscale già dagli anni Novanta, prima dell’euro. Risanamento
pagato molto

Read More »

E’ una questione di interessi

November 17, 2018

Pubblichiamo la traduzione su Brave New Europe, una rivista online edita a Berlino, del pezzo su Econopoly.
Sergio Cesaratto and Antonio Iero – It’s the interest rate, stupid!

November 16, 2018

Economics, EU politics, EU-Institutions, Finance, National Politics

Words of reason, but this is about German led social re-engineering in the EU rather than economics.
Sergio Cesaratto is Professor of Growth and Development Economics
and of Monetary and Fiscal Policies in the European Monetary Union,
University of Siena

Antonino Iero is Head of the Unipol Research Office. He has
published several articles related to economic and financial issues in
magazines and online sites.
Cross-posted from Econopoly
Translated and edited by BRAVE NEW

Read More »

E’ il tasso di interesse, bellezza!

October 25, 2018

Pubblichiamo un’intervista uscita sul quotidiano on line Il sussidiario il 24 ottobre 2018.

 SCONTRO UE-ITALIA. La soluzione c’è ma "l’Europa" non la vuole
Il
patto di stabilità e crescita "è un’assurdità perché in fase di
depressione i bilanci pubblici hanno il dovere di andare in disavanzo e
sostenere l’economia"  

La commissione europea ha respinto al
mittente la manovra italiana. "Il Governo italiano sta apertamente e
coscientemente andando contro gli impegni presi verso se stesso e verso
gli altri Stati membri", hanno detto i due commissari Moscovici e
Dombrovskis nella loro replica al ministro Tria. Il motivo della
bocciatura è la violazione del patto di stabilità e crescita per debito

Read More »

Intervista a “Pagina uno”

October 12, 2018

Pagina uno ha pubblicato una mia intervista sul libro. Qui la bozza finale inviata. Free download della bella rivista. Se potete, sostenete la versione cartacea.

“Chi non rispetta le regole? Italia e Germania, le doppie
morali dell’euro”

Sergio Cesaratto (intervistato da Giovanna Cracco)

Partiamo dall’inizio: l’Italia è tra i Paesi fondatori
dell’Unione europea, e ne ha promosso e seguito l’intero percorso, dalla Ceca
alla Cee, dall’entrata nello Sme all’Atto Unico Europeo nel 1986. Approdare a
Maastricht nel 1992 e alla moneta unica era quindi in qualche modo già scritto
nella strada intrapresa, eppure non c’è dubbio che legarsi ai cosiddetti
“vincoli esterni”, in tema di bilancio pubblico e politica monetaria, è stato
un ‘salto di qualità’, se così possiamo definirlo,

Read More »

Intervista a Sergio Cesaratto da New Europe – L’Italia distruggerà l’eurozona?

October 5, 2018

Voci dall’estero ha generosamente e professionalmente tradotto la mia intervista a New Europe.Da New Europe, l’intervista al professore Sergio Cesaratto,
docente di Economia Internazionale all’Università di Siena e nome ben
conosciuto all’interno del dibattito critico sull’euro. Il professor
Cesaratto spazia a tutto tondo su debito pubblico italiano e la sua
sostenibilità, lo spread, le politiche economiche del governo
gialloverde e lo scontro che si prospetta tra Italia e Unione europea.
Scontro che, nelle sue parole, non sembra poter terminare, a causa della
stolidità tedesca, se non con la distruzione di uno dei due
contendenti.di Ilia Roubanis, 28 settembre 2018Il dibattito critico sull’euro è mainstream in Italia. L’attuale
governo è una coalizione che comprende le

Read More »

Lucio Baccaro su “Chi non rispetta le regole?”

October 3, 2018

Economia e politica ha pubblicato una lunga e bella recensione di Lucio Baccaro al mio libro. Per chi non lo sapesse, Lucio ha ereditato da Wolfgang Streeck la direzione del prestigioso Max Planck Institute for the Study of Societies di Colonia.

Le
doppie morali della crisi europea

Lucio Baccaro

Max Planck
Institute for the Study of Societies

Settembre 2018

Sergio Cesaratto ha scritto un bel libro, Chi non rispetta le regole? (Cesaratto
2018), con l’obiettivo di smontare sistematicamente una particolare
lettura della crisi dell’Euro, che assolve completamente la classe dirigente
politica ed economica tedesca, e scarica per intero la responsabilità sui paesi
della periferia europea. È una lettura moraleggiante, diffusa non solo in
Germania, ma anche in ambienti italiani

Read More »

L’Italia distruggerà l’Eurozona?

September 28, 2018

Mia intervista a New Europe.  Mi dicono che la rivista con l’intervista sarà diffusa  in forma
stampata a Bruxelles negli hotels, lobbisti, ambasciate ecc. Speriamo che faccia innervosire qualcuno!

 

Published 08:37 September 28, 2018

Updated 12:54 September 28, 2018

Will Italy destroy the Eurozone?

By NEOnline | IRIlia Roubanis

Euro-critical
discourse is mainstream in Italy. The current government is a coalition
that encompasses left and right traditions of sovereigntist politics.

The economy is the epicentre of this discussion.

Until earlier this week, the Italian
government held up flagship policy commitments that included more
redistribution and a smaller tax burden. All that spooked markets, with
sovereign bond yields

Read More »

Gianpasquale Santomassimo su “Patria e Costituzione”

September 9, 2018

Qui di seguito, autorizzati dall’autore che ringraziamo, il testo della relazione del prof. Gianpasquale Santomassimo (già docente di storia presso l’Università di Siena) per "Patria e Costituzione".Roma, 8 settembre 2018Ci troviamo probabilmente all’interno di una vera e propria rivolta
popolare in atto nel continente. Che si esprime nelle forme pacifiche di
un sommovimento elettorale e che tende ad assumere, per la disastrosa
politica delle sinistre tradizionali, una forte connotazione di destra,
dal punto di vista politico e culturale.
E’ un esito che non giunge
per la verità inatteso, che viene dopo un quarto di secolo di
impoverimento costante, di erosione tangibile delle garanzie dello stato
sociale, di stagnazione permanente e di perdita di prospettive
credibili per

Read More »

Sovranità democratica e internazionalismo autentico

August 22, 2018

Articolo su Il Fatto quotidiano, 22 agosto 2018

Sovranità democratica e internazionalismo autentico

Sergio Cesaratto

Per molti opinionisti il termine
“sovranità nazionale” è diventato sinonimo dei più gretti sentimenti politici:
nazionalismo, razzismo, rosso-brunismo, neo-fascismo. Forse è il caso di
introdurre qualche distinguo in quella che appare una strumentalizzazione volta
a mettere nello stesso calderone ispirazioni politiche ben diverse. Una
confusione che trova la sua radice nella mancanza di argomenti solidi per
contestare chi ritiene una piena sovranità nazionale il presupposto della
democrazia e di una costruttiva cooperazione internazionale. Ho altrove
definito “Polanyi moment” la fase storica più recente, caratterizzata da un
diffuso sentimento di protesta contro

Read More »

Le Sei lezioni nella Pampa

August 12, 2018

Le Sei lezioni di economia sono state tradotte in spagnolo dagli amici argentini e verranno presto pubblicate. Sperabilmente seguirà un’edizione per la Spagna. Pubblichiamo l’introduzione all’edizione argentina che fa il punto della situazione economico-politica a due anni dall’uscita del libro.

Introduzione all’edizione argentina

Sergio Cesaratto

Questo libro è nato in un particolare
momento storico per l’Italia. L’elevato tasso di sviluppo economico del secondo
dopoguerra è andato nei decenni affievolendosi sino alla recente crisi europea
e alle successive assurde politiche adottate che hanno lasciato il Paese più
impoverito, sfiduciato, invecchiato e non solo in un senso demografico. Questi
anni di crisi hanno tuttavia stimolato migliaia di persone, in particolare

Read More »

Antonella Stirati e Walter Paternesi sulla macroeconomia del voto italiano

August 9, 2018

Macroeconomics and the Italian Vote

By Walter Paternesi Meloni and Antonella Stirati

Aug 6, 2018

To understand the rise of the League and 5 Star Movement, look at economic indicators

Italy’s
2018 elections results—with the success of the Five Star Movement, the
relative importance gained by the Northern League, and the marked
decline and ensuing disaggregation of the Democratic Party—have
attracted much international attention and perhaps even caused some
surprise. The anti-euro and anti-austerity character of much of the
pre-electoral rhetoric of the two parties currently in power almost

Read More »

Dare a Tsipras quel che è di Tsipras: risposta a Marco Revelli

August 5, 2018

New Brave Europe ha pubblicato questa risposta al pezzo di Marco Revelli su il manifesto che polemizzava con Mélenchon e con il mio articolo su Micromega, questo l’incipit: "Dare a Tsipras quel che è di Tsipras. Una sinistra incapace di
riconoscere i propri punti di riferimento e di dar conto del loro
merito, pur senza rinunciare al dovere di critica, è destinata alla fine
miserevole che ha fatto. Tre anni fa tutti a sgomitare dietro ad
«Alexis». Oggi va di moda l’accusa di «tradimento» alla Mélenchon o la
dichiarazione di fallimento alla Cesaratto". Sto lavorando per una traduzione in italiano.

Revelli, SYRIZA and giving to Caesar what it is due to him…

Sergio Cesaratto is Professor of International Economics
and of Monetary and Fiscal Policies in the European

Read More »

Nerio Naldi sul libro di De Vivo dedicato a Sraffa e Gramsci

August 3, 2018

Pubblichiamo la recensione del prof. Nerio Naldi, che da tempo è il "biografo ufficiale" di Piero Sraffa, al volume di Giancarlo De Vivo dedicato a Sraffa e Gramsci, già da noi recensito su Micromega con un commento successivo di Ernesto Screpanti. Ringrazio il prof. Carlo D’Ippoliti e Moneta e credito per l’autorizzazione.DE VIVO G. (2017), Nella bufera del Novecento. Antonio Gramsci e Piero Sraffa tra lotta politica e teoria critica, Roma: Castelvecchi, pp. 170.Il libro di Giancarlo de Vivo contribuisce alla ricostruzione di aspetti fondamentali delle biografie di Piero Sraffa e di Antonio Gramsci e delle vicende che li legarono negli anni in cui Gramsci fu in carcere. In questa breve esposizione ci soffermeremo su quattro temi che il libro approfondisce nei suoi due capitoli

Read More »

Marcello Foa sulle Doppie morali dell’euro

July 19, 2018

La bella recensione di Marcello Foa
La Germania è davvero più morale dell’Italia?

In
quest’epoca di lodevole rottura dei frame dominanti, suggerisco la
lettura di un economista tanto pacato nello stile e d’indole discreta,
quanto preciso e lucido nei giudizi. Si chiama Sergio Cesaratto e
qualcuno potrebbe arricciare il naso sapendo che è un keynesiano
convinto e dichiarato. Ma nel suo ultimo libro si parla non di riforme
economiche o monetarie, quanto di morale, di rispetto delle regole da
parte soprattutto della Germania. Lo avete capito: il saggio  “Chi non rispetta le regole? Italia e Germania, le doppie morali dell’euro”
(Imprimatur), non piacerà agli economisti e agli osservatori che, da
oltre un decennio, sono vittime di un complesso di inferiorità nei

Read More »